Dal 5 al 9 giugno a Ginevra, in rappresentanza dell’Unione Generale del Lavoro, il Ciscos Ugl ha partecipato, in qualità di membro osservatore, alla 106^ Sessione della Conferenza Internazionale del Lavoro.
donne in rappresentanza del Governo della Republica del GhanaIl 5 giugno, alle 14,30 si sono tenute le riunioni preparatorie dei tre Gruppi, (governi, imprenditori e lavoratori);dopo i saluti di rito,sono iniziati i lavori delle commissioni.
Particolarmente interessante (anche per le competenze del Ciscos e alla luce della recente firma della Carta Euromediterranea sulla parità dei diritti tra uomini e donne nella vita locale) è stata la commissione relativa alle donne nel lavoro, dove è stato evidenziato come vadano eliminati tutti quei processi che ostacolano la parità tra uomini e donne, nella prospettiva di rafforzare sempre di più la condizione femminile all’interno del mondo del lavoro.
Il Ciscos Ugl ha partecipato come osservatore anche alle commissioni dei rappresentanti dei governi africani sul “Labour migration”, (le migrazioni per motivi di lavoro) dove sono state esaminate importanti aree della “Governance” quali la tutela dei lavoratori migranti, il riconoscimento delle competenze, e la necessità di disporre di dati affidabili. Particolarmente importante è stata la relazione sugli “Accordi bilaterali” in materia di migrazioni per lavoro.
Il Ciscos Ugl ha stretto rapporti di pubbliche relazioni con esponenti femminili dei governi della Nigeria e del Ghana.
In virtù dei rapporti intavolati, l’Unione Generale del Lavoro insieme al Ciscos è stata invitata alla prossima conferenza mondiale contro lo sfruttamento del lavoro minorile che si terrà a Buenos Aires dal 14 al 16 novembre 2017.
Scopo della partecipazione del Ciscos Ugl alla Conferenza Internazionale del Lavoro, oltre che all’ interessante partecipazione alle commissioni, è stato quello di rafforzare i rapporti con l’istituzione dell’OIL nella persona del Direttore della sede di Roma dr. Rosas e della dr.ssa Silvana Cappuccio, responsabile delle Politiche Globali della Cgil, punti chiave per l’eventuale iscrizione dell’Ugl all’Agenzia delle Nazioni Unite in qualità di membro delegato